AM&C Roma - misuratore monossido di carbonio

Negli ultimi anni la conoscenza in ambito ambientale dei singoli si è molto evoluta, e ha portato alla diffusione di concetti fino a qualche tempo fa ignoti al grande pubblico, come, ad esempio, l’impatto ambientale e la rispettiva qualità dell’aria e dell’acqua. Oggi sappiamo bene quanto sia importante vivere in un ambiente sano, soprattutto in un contesto socio economico dove l’inquinamento è particolarmente elevato.
Nonostante le nostre cure e attenzioni, non siamo ancora stati in grado di mantenere distante dalle nostre abitazioni un composto tossico, e, in alcuni casi, letale come il monossido di carbonio. Cerchiamo di capire che cosa sia questo composto e perché è così tossico per uomo.

Che cos’è il monossido di carbonio?

Come accennato in precedenza il monossido di carbonio è un composto dannoso e tossico per l’uomo che, se raggiunge concentrazioni elevate, può essere letale. Questa sostanza è tuttavia frequente nella vita di tutti giorni, in quanto la possiamo ritrovare nel fumo prodotto dalle sigarette, nei gas di scarico dei mezzi di trasporto, e nei sistemi di riscaldamento; viene in alternativa anche prodotto durante l’incenerimento di materiale organico come ad esempio la legna. Insomma è una sostanza che ci circonda costantemente ma che, se raggiunge livelli elevati, risulta tossica per la nostra vita. Il moroso di carbonio, dalla formula chimica CO, è un gas che è molto tossico, ma ha la caratteristica di essere completamente inodore incolore, insapore e non irritante per le nostre mucose, dunque molto difficile da rilevare con il semplice olfatto.
All’interno delle nostre abitazioni il monossido di carbonio deriva dalla combustione incompleta di una sostanza con carenza di ossigeno; le sostanze che possono generare il monossido di carbonio possono essere i combustibili fossili e il materiale organico bruciato nelle stufe e nei caminetti. Ma perché è così pericoloso?

Quali sono gli effetti sull’uomo del monossido di carbonio?

Il monossido di carbonio è un gas che, risultando molto affine all’emoglobina, come del resto l’ossigeno, è in grado di legarsi ad essa al posto dell’ossigeno stesso. Questo fenomeno porta alla formazione di un composto chiamato carbossiemoglobina, che è in grado di bloccare in modo permanente la cessione dell’ossigeno ai tessuti, raccolto all’interno dei polmoni dall’emoglobina.
In questo contesto si va incontro ad un fenomeno medico denominato come ipossia, in modo particolare in una ipossia anemica. In base alla percentuale di monossido di carbonio che porta la formazione di carbossiemoglobina nel sangue, è possibile determinare il grado di intossicazione: si passa da una intossicazione lieve, dove la persona avverte un forte senso di vertigine e di debolezza generalizzata, ad una intossicazione acuta dove si può rischiare un arresto cardiaco, e una morte per asfissia. Cerchiamo dunque di capire come evitare l’accumulo di questo pericoloso composto attraverso una sua precisa ed accurata rilevazione.

Come rilevare il monossido di carbonio? i rilevatori di monossido di carbonio!

Il notevole progresso scientifico e tecnologico che contraddistingue gli ultimi anni ha permesso di dare alla luce dei componenti elettronici in grado di misurare in modo particolarmente preciso questa sostanza: è questo il caso di rilevatori di CO. Questi dispositivi una volta installati in un ambiente, sono in grado di monitorare costantemente le percentuali di questa sostanza all’interno dello stesso.
Una volta raggiunta una soglia critica di rischio i misuratori di monossido di carbonio,  emettono un segnale di allarme che riesce a prevenire i fenomeni dell’intossicazione acuta che abbiamo descritto in precedenza. La totale eliminazione del pericolo della presenza del monossido di carbonio resta comunque in mano agli occupanti dell’ambiente, che devono mettere in atto tutte le strategie atte a ridurre al minimo la produzione di questa sostanza.
Molto interessanti sono i rilevatori evoluti di monossido di carbonio: questi apparecchi infatti, una volta superato il livello di rischio critico di questa sostanza, attivano sistemi ausiliari di riduzione del parametro: agiscono, ad esempio, azionando ventilatori, allarmi, valvole per la chiusura del combustibile, o attraverso l’attivazione di sistemi di ventilazione automatici. In questo modo la sicurezza degli occupanti dell’ambiente è assoluta.

Quando deve essere utilizzato un rilevatore di monossido di carbonio?

Partendo dal presupposto che i rilevatori di monossido di carbonio devono essere scelti secondo alcuni parametri precisi, come ad esempio, la sensibilità dello strumento, la tipologia di alimentazione che necessita, il fatto che possa essere implementato ad altri sistemi di gestione della sicurezza ambientale, al prezzo e alle metodologie di installazione dello stesso.
Tralasciando dunque questi aspetti, ad ogni modo importanti nella scelta di un apparecchio come questo, cerchiamo di comprendere quando questi apparecchi debbano essere utilizzati, e dove debbano essere installati. Un rilevatore di monossido di carbonio è uno strumento molto utile in tutti quegli ambienti dove il rischio di presenza di questa sostanza è particolarmente elevato. Ne sono un esempio numerose industrie, abitazioni, mezzi di trasporto come treni aerei, e tutti quegli ambienti dove è necessario, a causa dell’elevata presenza di occupanti, assicurare una preventiva rilevazione di un livello critico di questa sostanza. La localizzazione ideale di questi apparecchi è ad un massimo di un paio di metri dalla possibile fonte di produzione della sostanza, e deve essere, possibilmente, lontano da correnti d’aria.
I misuratori di CO portatili  di AM&C Roma, della serie AM7701, si contraddistinguono per una semplicità di installazione notevole, e un utilizzo, come fonte di alimentazione, di tre batterie AAA: queste trasformano l’appercchio in un misuratore di CO portatile.
Il display LCD, dotato di un sistema di retro illuminazione, rende l’apparecchio molto semplice da consultare, e assicura, grazie la notevole cura nella progettazione delle componenti interne, una rilevazione di questa sostanza molto precisa ed accurata. Dal canto suo AM&C Roma mette a disposizione una vasta gamma di analizzatori di CO e misuratori di CO, che sono in grado di contribuire a rendere particolarmente sicuri gli ambienti.
I migliori rilevatori di monossido di carbonio dunque è possibile trovarli solo da AM&C Roma, leader indiscusso del settore.